Concluso campo Legambiente a Ginostra: Sentiero di Lazzaro torna percorribile


COMUNICATO STAMPA:
Detto, fatto e in coincidenza con l'inizio dell'Estate il sentiero di Lazzaro a Ginostra torna a essere nuovamente percorribile grazie all'impegno dei volontari provenienti dalla penisola di Capo Milazzo, coordinati da Francesco Pensabene, responsabile per sport e ambiente di Legambiente del Tirreno. Cuore, impegno e braccia.



I Volontari hanno reso fruibile il sentiero per gli abitanti e gli amanti della natura incontaminata. Un sentiero che si snoda nel fascino irresistibile della bellezza geologica e naturalistica di Lazzaro, fra ginestre, Ulivi, lentischi, fichi d'India, euforbie, senecio, garofani selvatici, capperi e la rara ephedra fragilis, una composizione affascinante di colori del mediterraneo.

Seguendo il segreto della catena umana che nel 1992 vide i primi campi di Legambiente del volontariato internazionale e nazionale a Ginostra, dove la casa eoliana è un esempio di armonia fra natura e bioarchitettura.
Il grande Nanni Laurent che fu fondatore dei campi natura di Legambiente considerò Ginostra per la sua accoglienza come la casa del Volontariato.

Domenica 20 giugno il commiato alla presenza importante del C/te del Circomare di Lipari, Donato Scolozzi e del Com/te dei Carabinieri di Stromboli, Eugenio Gregoracci che hanno apprezzato l'impegno disinteressato, e utile alla Comunità di Ginostra. Esperienza che ha avuto la collaborazione della Società Libertylines e Mare Pulito di Milazzo.

Il responsabile del nucleo di Legambiente Ginostra-Stromboli, Gianluca Giuffrè, insieme al Presidente Pippo Ruggeri hanno messo in evidenza che adesso nella frazione ci sono le condizioni per aprire un’esperienza di grande utilità per il turismo naturalistico offerta straordinaria delle Isole Eolie.

Un campo che ha visto anche l’impegno dei volti storici di Legambiente a Ginostra, Ulrich Stulgies e Karola Hoffmann e dei nuovi soci.

Milazzo 21/06/2021




Le Regole Incoterms ICC e le principali novità dell’edizione 2020”: Mercoledì il focus su “Import export delle imprese italiane e strategie di internazionalizzazione”

Messina, 21 giugno 2021. Si terrà mercoledì 23 giugno dalle 14.30 alle 18 il webinar “Le Regole Incoterms ICC e le principali novità dell’edizione 2020 – Focus su import export delle imprese italiane e strategie di internazionalizzazione” organizzato dall’Ente camerale, in collaborazione con la sua Azienda speciale servizi alle imprese e ICC Italia, il Comitato nazionale della Camera di commercio internazionale.

Le Regole Incoterms per l’utilizzo dei termini di commercio internazionale e nazionale sono, ormai, diventate una parte essenziale del linguaggio quotidiano del commercio. Incorporate nei contratti per la vendita di beni in tutto il mondo, forniscono regole e linee guida fondamentali per importatori, esportatori, avvocati, trasportatori e assicuratori che lavorano nel mondo del commercio internazionale.

L’obiettivo del webinar è quello di offrire un momento formativo per gli operatori.

In apertura dei lavori, i saluti istituzionali del presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina, della segretaria generale, Paola Sabella, e del segretario generale ICC Italia, Maria Beatrice.

Subito dopo l’intervento di Giuseppe De Marinis, senior partner dello studio legale Tupponi, De Marinis, Russo & Partners.

Concluderà i lavori Roberto Calugi, direttore generale FIPE, professore a contratto all’Università Cattolica del Sacro Cuore, che si soffermerà sull’importanza di utilizzare correttamente questo strumento attraverso l’esatta individuazione dei punti critici delle singole clausole, evidenziando le responsabilità, il momento di consegna, il punto di costo e il punto di rischio.

Porto turistico S.M.Salina, posti barca per i residenti : Gruppo M5S all’Ars chiede verifiche su mancata stipula convenzione

INTERROGAZIONE

(risposta orale)

N. – Chiarimenti in merito alla concessione demaniale marittima delle aree demaniali del Porto Turistico di Santa Marina Salina, Isole Eolie (ME).

DESTINATARI:

Al Presidente della Regione; all’Assessore Regionale per il territorio e l’ambiente.

PREMESSO CHE:
Il Comune di Santa Marina Salina, Isole Eolie (ME), in osservanza dell’art. 26 della legge regionale n. 12 del 12.7.2011, ha espletato il bando di gara, in data 24.1.2019, per l’affidamento in concessione delle aree demaniali interessate e del fabbricato insistente e per lo svolgimento dei servizi necessari al funzionamento del Porto Turistico di Santa Marina Salina, sino al 21.12.2024, ai sensi dell’art. 36 del Codice della Navigazione;

A seguito di alcune vicende giudiziarie, è risultata aggiudicataria del bando pubblico per l’affidamento in concessione del Porto Turistico di Santa Marina Salina la Società Elisicilia s.r.l.;

CONSIDERATO CHE:
Il Capitolato Prestazionale relativo alla disciplina della concessione demaniale marittima del Porto Turistico di Santa Marina Salina stabilisce, all’articolo 2, che “Nella banchina di riva, come sopra individuata, i residenti nel Comune di Santa Marina Salina, che utilizzano le imbarcazioni quale proprio mezzo di trasporto, potranno ormeggiare imbarcazioni fino a 7 sette) metri di lunghezza e larghezza inferiore a tre metri. Tale facoltà sarà disciplinata da apposita convenzione onerosa tra il Concessionario ed il Comune di Santa Marina Salina. Ogni residente e/o nucleo familiare potrà ormeggiare una singola imbarcazione.”;

ATTESO CHE:

Ad oggi, sembrerebbe che tale convenzione onerosa tra il concessionario ed il Comune di Santa Marina Salina non sia stata ancora stipulata, ciò sottoponendo i residenti alla richiesta di cifre esose per ormeggiare la propria imbarcazione;
I residenti delle isole in genere – e di Salina, nel caso di specie – detengono, in larga parte, un’imbarcazione per la pesca dilettantistica o per godere di momenti di svago, ciò comportando l’esistenza di un interesse diffuso di quelle popolazioni all’ottenimento di un posto per ormeggiare le proprie imbarcazioni ad un prezzo ragionevole;

PER SAPERE:

Se non si ritenga opportuno vigilare sul rispetto delle prescrizioni contenute nella concessione demaniale marittima e nel relativo capitolato prestazionale, specificamente in ordine alla stipula della convenzione tra il concessionario e il Comune di Santa Marina Salina per l’ormeggio delle imbarcazioni dei residenti nel Comune nella banchina di Riva;

Se non si ritenga opportuno valutare, per il futuro, soluzioni che tutelino maggiormente il diritto dei residenti nel Comune di Santa Marina Salina in ordine al tema in oggetto, così incentivando ulteriormente il rapporto delle popolazioni locali col mare, specialmente nelle fasce più giovani, con ricadute di certo positive anche nell’ottica di un sempre maggiore rilancio economico dell’isola.


FIRMATARI:  TRIZZINO GIAMPIERO, CAMPO STEFANIA, CAPPELLO FRANCESCO, CIANCIO GIANINA, DAMANTE CONCETTA, DE LUCA ANTONINO, DI CARO GIOVANNI, DI PAOLA NUNZIO, MARANO JOSE, PASQUA GIORGIO, SCHILLACI ROBERTA, SIRAGUSA SALVATORE, SUNSERI LUIGI, ZAFARANA VALENTINA, ZITO STEFAN

Sciopero marittimi del 24 giugno. Caronte & Tourist isole minori replica a Or.S.A.: “Iniziativa irresponsabile e irrispettosa delle regole”.

 

Messina - 21/6/2021 - Dopo l’implicita conferma del sindacato autonomo Or.S.A. dello “sciopero regionale del personale marittimo della società Caronte & Tourist Isole Minori per il giorno 24 giugno di otto ore dalle ore 08:00 alle ore 16:00”, la compagnia di navigazione informa la clientela che i servizi minimi garantiti sono rinvenibili sul sito sociale al link https://bit.ly/3xAhWWa .

“Nonostante la richiesta formulata lo scorso 14 giugno - denuncia C&TIM – “l’Or.S.A. ha ritenuto di non comunicare la struttura dei servizi minimi da garantire all’utenza delle isole minori siciliane in occasione di uno sciopero proclamato in spregio delle cadenze cronologiche e procedurali previste dalla normativa vigente”.

La Società si è quindi mossa in autonomia, informandone Autorità marittime e istituzionali di riferimento “per un doveroso fatto di rispetto e responsabilità

“Continuiamo a trovare singolare oltre che paradossale - è la chiosa finale - il fatto che il sindacato Or.S.A. continui a chiedere di essere ammesso al sistema delle relazioni industriali aziendali operando costantemente al di fuori delle regole che lo governano”.

Sicilia: Innalzata capienza trasporto pubblico all’80%

«Con l’atteso passaggio della Sicilia in zona bianca, diventa finalmente possibile innalzare il riempimento massimo dei mezzi di trasporto pubblico locale all’80 per cento della capienza disponibile. Archiviamo così delle limitazioni che, soprattutto nelle ultime settimane, avevano pregiudicato il buon andamento dei servizi via gomma, via treno e soprattutto via mare, sugli aliscafi e le navi per le isole minori. Il governo Musumeci aveva fatto appello a più riprese al ministero della Salute affinché, preso atto del calo dei casi di Covid-19, venissero rapidamente recuperate appieno le potenzialità di carico della mobilità pubblica della nostra Regione. Oggi vengono meno le restrizioni e per questo abbiamo già sollecitato le aziende che gestiscono il trasporto pubblico locale, scrivendo anche ad associazioni di categoria, Comuni, ex province e prefetture, ad adottare quanto necessario per innalzare i coefficienti di riempimento dei mezzi. Non verranno meno le misure di contrasto alla pandemia, ma mettiamo in campo un ulteriore elemento di sostegno alla ripresa delle attività economiche, commerciali e turistiche, e degli spostamenti delle persone sul territorio».


Lo afferma l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Marco Falcone, a proposito della sua nota odierna sull’innalzamento all’80 per cento del coefficiente di riempimento dei mezzi di trasporto pubblico locale in Sicilia.

Contagi sempre in calo in Sicilia e nessuna nuova vittima alla vigilia della zona bianca

Sono 135 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore: 5.835 i tamponi processati con un tasso di positività al 2,3%. Sette giorni fa i contagi erano stati 183 e con un tasso del 2,7%. Non si registrano nuove vittime del Covid mentre i guariti di oggi sono 190. Gli attuali positivi nell'Isola sono 5.560, di cui 5.295 in isolamento domiciliare obbligatorio.

Biviano: “Assessorato regionale ai Trasporti dia il via libera all’innalzamento della capienza dei mezzi di linea”

Al Presidente della Regione Sicilia,

All'Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità On.le Marco FALCONE,

Al Dirigente Generale del Dipartimento delle Infrastrutture, della mobilità e dei trasporti Dott. Fulvio BELLOMO


OGGETTO: Richiesta di immediato aumento della capacità di carico dei mezzi di trasporto
passeggeri a seguito Ordinanza Ministeriale 18/6/2021.

Il Ministro della Salute Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 18 giugno 2021, ha firmato nella stessa data una nuova Ordinanza, che entrerà in vigore da lunedì 21 giugno, che dispone il passaggio della Regione Sicilia nella c.d. zona bianca.
La Regione Sicilia, però, non ha ancora comunicato a tutte le aziende di trasporto locale, ed in particolar modo -per quanto riguarda le isole minori- a tutte le compagnie di navigazione, di poter innalzare la capacità di carico dei mezzi di trasporto passeggeri fino ad almeno l'80% o anche più (100%).

La possibilità di innalzare la capacità di carico è stata già chiarita in sede di Conferenza delle Regioni (durante la riunione tra i coordinamenti interregionali in materia di trasporti e prevenzione, i rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibile e del Ministero della Salute, dedicata alla valutazione della capacità di riempimento dei mezzi di trasporto pubblico locale e regionale) che ha confermato la corretta interpretazione resa da alcune Regioni nei giorni scorsi rispetto a quanto previsto dal Dpcm del 2 marzo scorso, secondo il quale nelle zone bianche è prevista la cessazione delle misure restrittive della zona gialla ad eccezione del distanziamento e dell'obbligo della mascherina.

Non si capisce, pertanto, cosa aspetti la Regione Sicilia, ed in particolar modo l'Assessorato ai Trasporti, ad emanare con urgenza una circolare o nota di chiarimento rivolta alle compagnie di navigazione, ma in generale a tutte le aziende di trasporto locale, volta all'innalzamento della capacità di carico dei passeggeri. Capacità che sta mettendo a dura prova gli abitanti e i visitatori, lasciati spesso a terra dalle stesse compagnie di navigazione.
Utile ricordare i disagi subiti dai residenti delle isole Eolie che necessitano di raggiungere la terraferma per motivi di salute, data l'attuale precarietà dell'Ospedale di Lipari, di lavoro e di studio, nonché dai turisti e dagli operatori del settore penalizzati oltremodo e per altri versi dall'attuale emergenza epidemiologica e che vedono nella stagione estiva una possibile speranza per la ripresa di tutto il comparto.

Una situazione, insomma, non più tollerabile e sostenibile dal quale ci aspettiamo, senza alcun indugio, che la Regione Sicilia, così come già fatto da altre Regioni (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, ecc.) e visto anche l'inoltrarsi della stagione estiva, ADOTTI immediatamente GLI ATTI NECESSARI all'aumento della capacità di carico dei mezzi di trasporto passeggeri, senza continuare ad essere sempre l'ultima ruota del carro. 
Distinti saluti
Giacomo Biviano (Presidente Consiglio comunale di Lipari)

Oggi si venera la Beata Vergine Maria Consolatrice

 Beata Vergine Maria Consolatrice

Consolatrice degli Afflitti. Questo il titolo attribuito a Maria, madre di Gesù, sin dai primi tempi del Cristianesimo. Ma da cosa deriva questa "natura consolatrice" di Maria? Il titolo in questione, come dice il nome stesso, vuole mettere in risalto il lato umano della Madonna e quindi la sua capacità di provare dolore quando il Figlio viene crocifisso.

Quello stesso Figlio che in punto di morte le diede la sua consolazione, appunto, facendo nascere l'appellativo di Madonna Consolata. Gesù stesso, infatti, disse "venite a me, affaticati e oppressi" e in un altro passo ribadì il concetto dicendo "beati gli afflitti".


Perché gli afflitti, ieri come oggi, rappresentano una moltitudine di emarginati bisognosi di tutto: di guarigione se ammalati, di considerazione se messi da parte, di sollievo se afflitti dal tormento, di liberazione se oppressi. Questi emarginati possono essere consolati dal Signore, che si è incarnato tramite Maria ed ha potuto annunciare al mondo il regno di Dio.

In questo clima di dolore e afflizione, Gesù è fonte primaria di ogni consolazione. In Matteo 11,28, si legge: "Venite a me voi che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò".

E se c'è una persona che ha accettato di soffrire e che ha accolto l'afflizione tra se e se, quella è proprio Maria, la Maria "Consolata" che viene ricordata il 20 giugno. Non è un caso infatti se una nota preghiera reciti: "A te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime". Perché è lei la rappresentante più autentica degli afflitti che hanno bisogno di essere consolati da Cristo! E' lei la testimonianza di come Gesù possa andare incontro agli afflitti, rincuorandoli e ridando loro la forza di affrontare le tante asperità della vita!

La figura della Madonna Consolatrice viene ricordata in particolar modo dalla città di Torino, in quanto i Savoia hanno dimostrato sempre una certa devozione a Maria e a questa sua specifica declinazione.

Direttore Asp. 5incontra delegazione del Comitato Eolie 20-30

“Costante nelle ultime settimane l’impegno dell’Asp di Messina per garantire, attraverso molteplici iniziative, più agevoli e incisive prestazioni sanitarie e far in modo che ci siano servizi di prossimità migliori per la salute alle Eolie“. 
Durante l’incontro con la delegazione del Comitato Eolie, il Direttore Generale dell’Asp 5 di Messina, Bernardo Alagna, fa il punto della situazione rispetto al percorso, già intrapreso con il precedente Direttore Generale, volto a definire le problematiche dell’ospedale di Lipari e fare il punto della situazione attuale. 
“Ad esempio – prosegue la nota – ad Oncologia – è stato attivato l’ambulatorio di oncologia diretto dal Dr. Ferraù, primario di oncologia medica dell’ospedale di Taormina. Già da qualche settimana i pazienti oncologici, per alcune patologie, vengono trattati a Lipari, evitando così i disagi degli spostamenti. A breve, e ci auguriamo molto presto, si potrà procedere alla somministrazione di chemioterapici per via infusionale attraverso il potenziamento del servizio". 
Per la terapia intensiva il direttore Alagna ha già affidato l’incarico di progettazione alla ditta Tecnè ed è stato reperito il finanziamento pari a 450 mila euro, per espletare la gara d’appalto e l’affidamento dei lavori che potrebbero iniziare entro l’estate. 
“C’è ancora – prosegue la nota – carenza di personale ma sono stati già banditi i concorsi che saranno espletati a breve termine.Inoltre è stato aggiunto il terzo cardiologo nella nuova pianta organica che dovrà essere approvata entro dicembre e sarà espletato a breve il concorso per i farmacisti". 
Per quanto riguarda la gestione sperimentale del P. O. di Lipari l’Asp fa sapere che si sta valutando un progetto di convenzione e gestione sperimentale con una struttura pubblica di 2° livello, sul modello strutturato all’ospedale dell’isola d’Elba, allargato alle specialistiche di base, con l’obiettivo di riattivare tutte le attività, anche attraverso il meccanismo del doppio binario in particolare per le discipline chirurgiche. Inoltre, per quanto attiene l’assistenza sul territorio delle isole più piccole, con particolare riferimento al progetto regionale “Trinacria“, su cui il Dr. Alagna fa affidamento per il miglioramento dell’assistenza, considerato che la prima gara d’appalto è andata deserta, che il RUP incaricato è andato in pensione, si sta sollecitando il nuovo designato ad accelerare le procedure per l’espletamento della nuova gara d’appalto, obiettivo 1, per l’impianto della telemedicina nei pressi di Continuità Assistenziale, ex Guardie Mediche, dell’Arcipelago Eoliano. A breve poi, è stato riferito, arriveranno ambulanze piccole con conducente per le isole di Lipari, Panarea e Stromboli. Già tre compagnie hanno dimostrato interesse per la gestione del servizio. Infine la camera iperbarica entro fine giugno sarà riaperta e rafforzati gli anestesisti, il personale di emergenza e l’attuale risonanza verrà sostituita da un apparecchio di ultima generazione più performante. 
I delegati del Comitato – hanno anche ricordato e fatto presente che è desiderio degli Eoliani poter tornare a nascere a Lipari, argomento che si trattando nell’ambito del progetto sperimentale a gestione pubblica.
Concludono al termine dell’incontro i componenti della delegazione di essere fiduciosi che l’Asp proseguirà in questi percorsi virtuosi e sperano che presto, cercando di accorciare i tempi burocratici, potremo avere una sanità migliore e più rispettosa dei bisogni dei cittadini delle Eolie.

Week- end dello spreco da 3 settimane nella strada comunale che porta alle ex spiagge bianche… e che rischi!

Da tre settimane, ogni venerdì, sabato e domenica, quando aprono l'acqua, vi è questa cospicua fuoriuscita nella strada comunale che porta alle spiagge bianche. Oltre alla perdita del più che prezioso liquido c'è il serio rischio che qualcuno possa scivolare e farsi male... seriamente.

Chi ci invia il video e la foto evidenzia come la problematica sia stata segnalata ma, ad oggi, senza intervento alcuno.


Covid, tre giorni di porte aperte in Sicilia per gli over 60 e i fragili con vaccini Pfizer e Moderna

Tornano gli “open days” vaccinali in Sicilia. Da domani 20 giugno a martedì 22 giugno, “porte aperte”, senza prenotazione, in tutti i punti vaccinali dell'Isola per i soggetti con più di 60 anni che vorranno ricevere il vaccino a mRna (Pfizer e Moderna) e per le persone con fragilità di qualsiasi età.
L'iniziativa, che è rivolta a chi non ha ancora ricevuto la prima dose vaccinale anti-Covid, è stata decisa dall’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, per accelerare ulteriormente la campagna d'immunizzazione nell'Isola.

Domenica 20 al Bernabò Brea “Una chiacchierata con Madaleine”

Madeleine Cavalier è l'archeologa francese che dal 1950 fino a pochi anni fa ha svolto la sua attività di ricerca e di studio soprattutto nell'arcipelago Eoliano, ma anche a Tindari, Milazzo ed in altri siti siciliani. Lavorando assieme a Luigi Bernabò Brea, ha contribuito in maniera determinante alla fondazione del Museo Archeologico Regionale di Lipari ed allo sviluppo delle sue collezioni.

Ricercatrice e studiosa appassionata, straordinaria ed instancabile, è tornata da poco a vivere nella natìa Francia, ma ogni anno torna alle Eolie a ripercorrere le sale del Museo ed a visitare il suo vasto patrimonio.

Non è possibile qui elencare gli innumerevoli e fondamentali scavi archeologici e gli studi da lei realizzati, molti dei quali assieme al grande archeologo Luigi Bernabò Brea, ma possiamo ricordare tuttavia tra le molte onorificenze ricevute, la Medaglia di bronzo dal Ministero della Pubblica Istruzione per i benemeriti della Cultura e dell'Arte, la Médaille d'argent du Centre National de la Recherche Scientifique, la nomina a Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana ed a Chevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres.

Durante le Giornate Europee dell'Archeologia, Madeleine Cavalier è a Lipari e domenica 20 luglio alle 11,00, assieme al direttore Rosario Vilardo ed all'archeologa Maria Clara Martinelli presso il Museo Archeologico, incontrerà i cittadini dell'arcipelago Eoliano che tanto le debbono.

Al via oggi “Mare sicuro 2021”

COMUNICATO GUARDIA COSTIERA MILAZZO

Oggi 19 giugno avrà inizio l’operazione della Guardia Costiera denominata “MARE SICURO 2021” che, come ogni anno, mira a garantire il regolare e sicuro svolgimento della stagione balneare ed una corretta fruizione delle spiagge e del mare. L’operazione, disposta dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, vede impegnati uomini e mezzi, della Guardia Costiera, ogni giorno presenti lungo le spiagge e in mare, presso gli stabilimenti balneari e nelle strutture dedicate alla nautica da diporto, al fine di prevenire e reprimere gli eventuali comportamenti contrari alla disciplina di sicurezza della navigazione e della balneazione, allo scopo di favorire una sicura e libera fruizione dei litorali. Tali obiettivi sono strettamente connessi alla tutela e protezione dell’ambiente marino e costiero e della risorsa ittica.

L’operazione, che si svolge sui litorali del Compartimento Marittimo di Milazzo compreso l’Arcipelago Eoliano, prevede l’impiego di pattuglie via terra per verifiche alle strutture balneari con particolare riferimento a tutti gli apprestamenti e dotazioni inerenti la sicurezza della balneazione che sono prescritte dall’ordinanza della Capitaneria di Porto. I mezzi nautici della Guardia Costiera, inoltre, verificheranno il rispetto delle vigenti normative in materia di sicurezza della navigazione del diporto, con particolare riferimento al rispetto dei limiti di velocità e delle zone di mare destinate in via esclusiva alla balneazione.

L’operazione “Mare sicuro” prevede missioni svolte utilizzando il metodo del pattugliamento mare – terra, con l’ausilio dei mezzi navali a disposizione e delle autovetture di servizio. La scelta delle aree di pattugliamento è stata preceduta da una analisi sulle caratteristiche del litorale di competenza e dalla individuazione delle “aree calde” caratterizzate da maggiore presenza di bagnanti e traffico diportistico. Nell’ambito del Compartimento marittimo di Milazzo, che comprende anche gli uffici circondariali marittimi di Lipari e Sant’Agata ed i rispettivi uffici minori, verranno impiegati 10 mezzi navali, 13 autovetture e 115 militari.

Le attività operative sono state precedute da un’intensa attività di prevenzione e informazione a favore degli utenti del mare dando risalto in particolare alla sensibilizzazione sugli usi leciti delle risorse delle spiagge e del mare.

Sono stati rinnovati i rapporti di collaborazione con i titolari degli stabilimenti balneari, opportunamente sensibilizzati sulla corretta osservanza della nuova ordinanza di sicurezza balneare, con particolare riferimento ai presidi di sicurezza a favore dei bagnanti. In questo senso nell’ottica di un rinnovato rapporto di collaborazione e dialogo con i titolari delle strutture balneari, è stata confermata nell’ordinanza di sicurezza balneare la “check list”, attraverso la quale gli interessati sono dotati di un meccanismo di autocontrollo in merito agli adempimenti previsti, incentivando un percorso di maggiore responsabilizzazione e consapevole rispetto delle regole di sicurezza.

La Guardia Costiera opererà anche una campagna di sensibilizzazione dei centri diving sul rispetto delle regole di sicurezza previste dalle vigenti normative, vigilerà sull’abusivismo nel settore dell’uso commerciale delle unità da diporto ed opererà per la prevenzione dell’inquinamento marino, intensificando la presenza all’interno dell’area marina protetta “Capo Milazzo”.

A tal proposito, si segnala che sul sito web del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, al seguente link: https://www.mit.gov.it/comunicazione/news/fase-2bis-linee-guida-mit-per-il-trasporto-nautico-e-la-balneazione sono state pubblicate le “linee guida per il trasporto nautico e la balneazione” quale utile riferimento per le migliori pratiche di prevenzione da parte dell’utenza di settore.

Tutte le attività contemplate nell’ordinanza di sicurezza balneare potranno espletarsi, nell’osservanza di tutti i protocolli e le “linee guida” volte a contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 contenute nelle vigenti Ordinanze del Presidente della Regione Siciliana nonché nei provvedimenti normativi nazionali.